Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

La coltivazione del Mandorlo

Pubblicato : 29/02/2020 08:30:53
Categorie : Drupacee , NEWS

coltivazione del mandorlo

Come coltivare il mandorlo

Negli ultimi periodi sentiamo parlare del mandorlo sempre più spesso. E' una coltura che pian piano si sta facendo strada nel mondo dell'agricoltura professionale e hobbistica.

Da coltura marginale, negli ultimi anni ha assunto la dignità di coltura da reddito, anche perché gli impieghi del frutto sono svariati le esigenze colturali devono quindi adeguarsi e mirare sempre a migliori risultati.

Il Mandorlo è una coltura molto particolare, perchè, anche se non necessita di tante operazioni, richiede una certa puntualità degli interventi; quindi consigliamo pochi interventi purche posizionati in particolari e determinate fasi fenologiche.

Va considerato che il mandorlo preferisce terreni drenanti e non asfittici. Dove questo non è possibile, è consigliabile impostare una baulatura del terreno, per permettere all'acqua di drenare velocemente evitando ristagni.

**

Come trapiantare il mandorlo

**

Dopo anni di esperienze e di prove in campo, abbiamo messo a punto una strategia che rinforza e protegge la pianta; ne eviterà quindi il blocco dopo la fase critica della messa a dimora.

La pianta infatti solitamente subisce lo stress da trapianto, dovuto al cambio delle condizioni pedoclimatiche: il passaggio dalla situazione "ovattata" e protetta del vivaio alla condizione del pieno campo, quindi il cambio del terreno, venti, piogge, ecc..

L'operazione che consigliamo è di effettuare una miscela di due prodotti granulari, da somministrare direttamente durante l'operazione di trapianto nella buca, prima di posizionare la pianta di mandorlo nella sua dimora.
La funzione di questa miscela è quella di stimolare la produzione di autodifese della pianta, tali da assicurarne la protezione delle radici ed un rapido sviluppo globale :

Stimolo di autodifese : Bacillus
Protezione Radici: Tricoderma 
Ampiamento radicale Glomus : Micorrize

Se le piante sono gia impiantate puoi utilizzare in miscela questi concimi per fertirrigazione mandorlo:

**

Calendario trattamenti mandorlo 

**

Dopo il trapianto far seguire 1-2 trattamenti con questi concimi fogliari per mandorlo, a distanza di 30 giorni:

**

Il mandorlo adulto

**

Settembre/Ottobre - Fase : Post-raccolta

Effettueremo un trattamento Fogliare con:

Questo intervento lo consigliamo, oltre che per disinfettare le ferite dopo la raccolta, anche per velocizzare le fase di caduta foglie dalla pianta.

Fase : Pre-fioritura

Il mandorlo è sensibile a Batteriosi, bolla e attacchi di afidi, per cui bisognerà avere cura di controllarne lo sviluppo e nel periodo primaverile intervenire con:

Fase : Fioritura

Negli ultimi anni si è rafforzata, a giusta ragione, l'idea che una buona e bilanciata nutrizione sia la condizione necessaria per consentire alla pianta di difendersi da attacchi patogeni, per cui è buona norma effettuare subito dopo la fioritura 1-2 interventi (o anche 3 in funzione della piovosità) con :

Pratica da attuarsi sia su piante piccole e ancor di più su piante grandi a produzione.

**

Come concimare il mandorlo : concimazione di fondo

Per ottenere buone produzioni e per supportare la pianta con tutti gli elementi nutritivi
consigliamo di effettuare 2 concimazioni di fondo:

1° concimazione Novembre/Dicembre

Multicote Agri NPK 25.7.12 + 14 SO3 : 500gr/pianta

2° concimazione Febbraio/Marzo

Multi-Ter NPK 12.20.27 : 500gr/pianta

E' consigliabile già da febbraio effettuare 1-2 trattamenti fogliari con:

intervallati a trattamenti con

Alla ripresa vegetativa con gemma gonfia effettuare 1-2 trattamenti con

N.B. effettuare un trattamento a gemma gonfia e uno a inizio fioritura.

La puntuale esecuzione di questi consigli assicureranno una pianta sana, abbondanti produzioni e ottima qualità dei frutti.

pianta di mandorlo

Posts correlati

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento