Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

Riconoscere una pianta affetta da Ruggine, batteriosi, corineo

Pubblicato : 14/05/2019 17:10:00
Categorie : NEWS

La tua pianta è affetta da batteriosi, ruggine o corineo?

In questo articolo spiegheremo come riconoscere una pianta affetta da batteriosi, ruggine o corineo.

Queste malattie spesso vengono confuse tra loro ma in realtà sono molto diverse a partire dalla causa della malattia: ruggine e corineo sono causate da un fungo, mentre la batteriosi da un batterio.
Ma veniamo al sodo e vediamo come riconoscere e curare la batteriosi, la ruggine o il corineo.

Batteriosi:

Il frutto si presenta con pustole leggermente sporgenti, con presenza anche di crosticine di colore scuro con alone giallo intorno. Le piante infette da batteriosi si riconoscono per via degli imbrunimenti sui rami e sui tronchi e dagli apici vegetativi stanchi e vecchi perché i nuovi stentano a nascere.

batteriosi kiwi

Come riconoscere la Ruggine ed il Corineo

- Ruggine:

Se la pianta è infetta da questo fungo si capirà dal fatto che sulla pagina superiore della foglia compariranno macchioline sul giallo, tendenti a necrotizzare. Sulla pagina inferiore invece, in corrispondenza di queste macchioline troveremo pustole con la colorazione sul rosso. Queste macchioline tenderanno poi a staccarsi e creare un foro sulla foglia, la cosiddetta "impallinatura". Il frutto non viene toccato da questa malattia.

ruggine delle piante

RUGGINE malattia

RUGGINE malattia

- Corineo o anche detta Vaiolatura:

Sulle piante infette da questo fungo saranno presenti (principalmente sui germogli e sulle foglie) delle macchioline rosse concentriche, di dimensione variabile in funzione della gravità dell'infezione. La conseguenza della presenza di questa fungo è un blocco della crescita della pianta.

corineo-malattia

Quale strategia usare?

Per la batteriosi e per il corineo la strategia da usare è uguale: bisogna usare uno di questi prodotti elencati:

Per la ruggine usate:

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento