Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

La coltivazione del pomodoro: guida, consigli e trattamenti

Pubblicato : 20/03/2019 15:13:32
Categorie : NEWS

la coltivazione del pomodoro

Come coltivare i pomodori

In questo articolo troverete utili consigli su come concimare i pomodori, con trattamenti dedicati ad ogni fase :

  1. Trapianto

  2. Fase di crescita

  3. Allegagione

  4. Maturazione e raccolta

Dopo numerosissime richieste di clienti che chiedevano: come si coltiva il pomodoro? Abbiamo deciso di proporre questa guida alla coltivazione del pomodoro, dal trapianto alla maturazione.

Fase 1 - Trapianto

In questa fase bisogna mostrare attenzione alle patologie che possono attaccare l'apparato radicale e il colletto. Inoltre è necessario far si che la pianta formi una radice sana e ben strutturata.

Per raggiungere quest'obbiettivo consigliamo i seguenti interventi in fertirrigazione (dosi oper ettaro):

Dopo 5 giorni intervenire con:

Dopo 7/10 giorni intervenire con:

Adesso analizziamo uno per uno i prodotti che abbiamo citato e la loro funzione:


BLACKJAK : ACIDI UMICI e FULVICI adatti a questa fase in quanto sono di elevata qualità e facilmente assimilabili.

ALIETTE : FOSETIL-AL fungicida, anzi più giusto dire indutore di resistenza verso fitoflora, marciume al colleto e altre diverse malattie telluriche.

CYTOKIN: SOSTANZA ORGANICA che induce la produzione di CITOCHININE. Le citochine stimolano la radicazione e rallentano l'apice vegetativo ferendo le gemme laterali (peli radicali, palchi fiorali).

VIVA : SOSTANZA ORGANICA di elevata qualità che non tende a far crescere solo in altezza la pianta ma a farle sviluppare uniformemente in tutte le parti vegetative.

FURIA : organico biologico proveniente da alghe con presenza di fitoregolatori di origine naturale. Ha un grande potere nell'induzione alla fioritura.

MICOSAT MO : pool di micorrizzi, tricoderma, bacillus e altri funghi simbionti, che proteggeranno e aiuterano ad espandere le nostre radici.

HAIFA MAP N/P 12/61 : concime minerale che dà poca spinta vegetativa ma che favorisce tanto la radicazione.

FERRO e MICRO : hanno la funzione di migliorare la fotosintesi, l'allegagione e tutte le attività che la pianta svolge.

Fase 2 - Crescita

Come avete potuto notare dalla fase di radicazione, cerchiamo di mantenere la pianta con una bassa vigoria, perchè soprattutto su pomodoro indeterminato è importante mantenere un internodo corto. Questo ci assicurerà una maggiore produzione e minori problemi di patologie. Infatti funghi come l'oidio e insetti come l'afide e la mosca bianca, preferiscono piante con molta vigoria. Quindi anche durante la fase di crescita bisogna sempre puntare ad un internodo corto, quindi possiamo intevenire in fertirrigazione con i seguenti trattamenti (dosi per ettaro):

A distanza di una settimana ed alternando i trattamenti:

Ogni tanto tra l'una e l'altra sarebbe cosa buona ribattere :

  • FURIA 5kg

  • FERRUM XQ 1 kg

  • Haifa Micro COMB FULL 1 kg

Fase 3 - Allegagione del pomodoro

Già mantenendo la pianta compatta si ottengono buoni risultati, in più, importantissimo è l'utilizzo degli insetti impollinatori e della propoli.

Una miscela fogliare (dosi per quintale di acqua) che ci dà sempre ottimi risultati è:

Fase 4 - Maturazione e raccolta dei pomodori

In questa fase le cose a cui bisogna fare attenzione sono i "cracking", il colore e il sapore dei frutti.
Per per il cracking: bisogna irrigare più frequentemente possibile.

  • In terreni sabbiosi, tutti i giorni.

  • In terreni argillosi un giorno si e uno no, in funzione anche delle condizioni climatiche.

Pensate che in terreni sabbiosi in prima estate facciamo anche due irrigazioni al giorno.
Un trattamento fogliare che sicuramente ci aiuta è:

  • BARRIER 150 ml x qle (silicato di calcio che fortifica le pareti cellulari)

  • VAPOR GARD 400 ml x qle (resina di pino che crea una membrana antitraspirante che limita gli stress termici).

Da ripetere ogni 7 gg.

Per colore e sapore: sappiamo quanto è importante aumentare la conducibilità delle nostre fertirrigazioni infatti consigliamo:

  • fogliare: K-BOMBER 56 300 g+ SUNRED 300 ml (ogni 100 litri di acqua)

  • QUICK-Mg 100 kg per ettaro (cloruro di potassio + Mg), ci darà colore, sapore e croccantezza

  • NITRATO DI CALCIO 25 kg per ettaro

Blotchy ripening su pomodoro

"Blotchy ripening" su pomodoro è una fisiopatia, cioè una carenza di particolari elementi nutritivi utili e necessari nel periodo di maturazione del pomodoro. Non esiste letteratura in merito, ci sono correnti di pensiero che imputano il problema ad eventuali eccessi di azoto e comunque di lussureggiamento. Questo va letto quindi come uno squilibrio e pertanto ancora di più si rafforza l'ipotesi di carenze di elementi nutritivi.

Occorre che il suolo abbia un' adeguata acidità che consente un assorbimento bilanciato di tutti gli elementi, tra ph 6 e ph 7. Occorre apportare calcio e boro prima e durante la fioritura unitamente a tutti i microelementi.

L'assorbimento del calcio attraverso le radici può essere condizionato da vari fattori legati alla dotazione del terreno; è consigliabile effettuare trattamenti fogliari con calcio e boro chelati. Importante una concimazione di fondo ricca di fosforo e azoto e una successiva costante nutrizione NPK da inizio fioritura in poi, Multitec 7-15-35 è un fertilizzante idrosolubile che ha il giusto rapporto tra i macroelementi e una adeguata acidità che ne consente l'assorbimento.



Cracking (fessurazione) o spaccatura dei pomodori

La Spaccatura del pomodoro può essere imputata a una non adeguata dotazione di calcio e boro. Questi elementi devono essere somministrati da inizio fioritura in poi. Occorre inoltre fare in modo che la pianta non subisca stress da discontinuità idrica e da incostante vegetazione.

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento