Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

Combattere la virosi delle zucchine

Pubblicato : 25/10/2019 18:39:23
Categorie : NEWS

 New Delhi Virus

La virosi della zucchina - ToLCNDV New Delhi Virus

Le virosi sono le malattie con cui misurarci oggi. Con le variate condizioni ambietali nuove patologie si sostituscono o si sovrappongono a vecchie patologie che si riuscivano facilmente a controllare.

Il virus della zucchina New Delhi Virus, tecnicamente ToLCNDV é un ceppo giovane, individuato in India nel 1995 e arrivato in Italia nel 2015. Non é controllabile con fitofamaci tradizionali, occorrono strategie diverse e prodotti diversi.
Come tutti i virus, batteri e funghi per spostarsi da ospite a ospite usa vento ed insetti. 

Tra i vettori  responsabile della propagazione di questo virus sono principalmente le aleurodidi, specificatamente Bemisia Tabaci conosciuta come mosca bianca degli orti.

Tenere a bada questo insetto è necessario per limitare la propagazione del virus.
New Delhi attacca pomodoro, zucchine, patate, melone , angurie e cetriolo. Danni più consistenti si hanno su zucchine, attacca e danneggia foglie e frutti.

Manifestazione caratteristica di questa patologia è la chiusura delle foglie verso il basso e la perdita di colore, con conseguente perdita di vigore della piantina che riduce drasticamente la produzione.

Non esiste una cura vera e propria, ne fungicidi o insetticidi specifici; é  certo che una pianta in buona salute, nutrita in modo equilibrata é molto meno vulnerabile agli attacchi e danni da virus.

Cominceremo già dal trapianto ad adottare misure utili:

Primo trattamento alle piantine negli alveoli prima di procedere al trapianto con :

Oltre all'azione contro i virus di Shore abbiniamo l'azione contro tripidi, mosca bianca ed afidi dei due insetticidi e l'azione stimolante di MC Cream.

Dopo la messa a dimora ripetere il trattamento con Shore a 300 cc+ Epik a 150 cc + Triplex a 250 gr+Mc Cream a 250 cc .Considerata la ridotta dimensione della piantina, per non sprecare soluzione fitosanitaria, anche considerato il costo, possiamo effettuare uno o due trattamenti eseguiti con pompa a spalla direttamente sulle giovani piantine.  Durante la fase di crescita occorrerà nutrire adeguatamente la piantina per prepararla ad affrontare con abbondanti energie la fioritura e produzione. La zucchina ha un alto potenziale produttivo, va quindi sostenuta adeguatamente e stimolata nella sua attività di autodifesa. Allo scopo suggeriamo due prodotti, verificati e sperimentati: Silver  Vitaseve. Ad inizio fioritura è consigliabile un trattamento con Biobacter a 10 cc + Silver a 200 cc e far seguire poi trattamenti settimanali con Vitaseve a 500 cc + Rizamina 42 a 250 g. A questa miscela si possono aggiungere fungicidi e insetticidi, se necessari, anche se, siamo certi che la pianta avrà pochi problem graziea al fatto che la si terrà in buona salute. Un forte aiuto a questo scopo è la concimazione con i prodotti della linea Multitec, e cioè Multitec 16-16-16 e Multitec 7-15-35.

Per stimolare l'emissione di fiori si potrà abbinare Furia a 10kg/ha a inizio fioritura e continuare con 3-5 kh/ha. Durante la raccolta potrebbe essere utile un secondo trattamento con Biobacter e Silve.

Silver e Vitaseve sono concimi biostimolanti che essenzialmente agiscono sui vasi linfatici a tutto beneficio del vigore, salute e benessere delle piante.

Siamo  convinti che la salute delle piante è la prima arma di difesa da tutte le malattie e dalle virosi, in particolare , ma anche da tutte le malattie funginee e dagli insetti. E' noto che le piante  sane emettono seganli e adattano la loro linfa in modo tale da rendersi inappetibile nei confronti dei parassiti.

New Delhi Virus


Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento