Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

Coltivare la canapa con prodotti ammessi in Agricoltura Biologica

Pubblicato : 21/09/2018 17:06:03
Categorie : NEWS

coltivazione biologica della canapa

Consigli utili sulla coltivazione biologica della canapa

Le patologie della canapa - malattie funginee 

Per quanto riguarda la parte superiore della pianta possiamo lavorare con degli induttori di resistenza proprio perché sulla coltura non ci sono ancora principi attivi registrati.
Un ottimo induttore di resistenza contro la muffa è il RED BLOC ICAS che è un concime contenente alghe.

Contro la peronospora della canapa impiegheremo ELFO ICAS e REWIND ICAS, anch'essi concimi che inducono resistenza contro questa patologia.
In casi estremi, quando la peronospora è in stato avanzato utilizzeremo il Bacillus Subtilis del Serenade Bayer, che non è registrato su canapa, ma che non è tossico né per l'operatore né per la coltura, poiché è un batterio che si nutre della muffa. Infine si potrebbe pensare di utilizzare il rame.

La difesa dell'apparato radicale della canapa


Un'ottima soluzione per la difesa dell'apparato radicale della canapa è il Trichoderma e le Micorrize.
Il  Trichoderma va applicato nella prima fase di radicazione. 

Dopo un mese dal Trichoderma applicheremo le Micorrize, che miglioreranno l'assorbimento radicale della pianta.

Lotta insetticida


Contro le larve di lepidotteri, ottimi risultati avremo con l'applicazione del Bacillus Thuringiensis, anch'esso è un batterio che si nutre delle larve degli insetti.
Per quanto riguarda l'afide i  prodotti che danno il miglior risultato (a nostro avviso) sono il piretro naturale e il Nutrafeed. Entrambi agiscono per contatto, quindi bisogna assicurarsi di effettuare un'adeguata bagnatura della vegetazione.


La nutrizione della canapa


Possiamo dividere il ciclo vegetativo della canapa in tre fasi:


  1. Accrescimento - Applicheremo un concime 30 10 10  con un apporto maggiore di Azoto, poi fosforo e potassio per aiutare la formazione delle radici.


  2. Pre-fioritura – Molto importante in questa fase aumentare il titolo di fosforo ed inserire i microelementi, sopratutto il boro.

Consigliamo il concime 12 48 08 + un concime che contiene Boro.


  3. Maturazione – in questa fase, dove le diverse sostanze si accumulano nell'infiorescenza, applicheremo un prodotto con meno azoto: Greenleaf 0 15 45, per favorire la massima formazione dei fiori ed una produzione ottimale.

Tutti i prodotti per la difesa, presenti in questo articolo sono ammessi in agricoltura biologica

Guarda il video che abbiamo realizzato:

Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)