Remedier Gowan Tricoderma Fungicida biologico 1 kg

REM

Nuovo prodotto

Remedier Tricoderma GOWAN è un agrofarmaco biologico a base di Trichoderma Asperellum e Trichoderma Gamsii ad azione antagonistica per la prevenzione di malattie fungine del terreno. PATENTINO

Maggiori dettagli

Disponibile su ordinazione (15 giorni)

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 4 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 4 Punti fedeltà può essere convertito in un buono di 0,60 €.


46,90 € tasse incl.

Sconti sul volume

QuantitàPrezzoSalva
6 45,99 € Fino a 5,46 €

Dettagli

Remedier contiene ceppi naturali dei funghi antagonisti Trichoderma Asperellum e Trichoderma Gamsii

Agrofarmaco biologico

I funghi antagonisti dopo l'applicazione, colonizzano il terreno e le radici delle colture e agiscono sottraendo spazio ed elementi nutritivi ai funghi patogeni attaccando per via enzimatica le loro pareti cellulari. E' quindi importante applicare Remedier in via preventiva.

E' consigliabile preparare una sospensione di Remedier 24 / 36 ore prima del trattamento in modo di favorire la germinazione dei conidi ed ottenere una più pronta colonizzazione del terreno.

Miscibilità: E’ preferibile applicare il prodotto da solo. Qualora necessario, applicare altri agrofarmaci ad una distanza di 10 giorni dal trattamento. Non è compatibile con i seguenti fungicidi: ziram, mancozeb, imazalil, procloraz, thiram.

Composizione:
Trichoderma asperellum (ceppo ICC 012) 2 g
Trichoderma gamsii (ceppo ICC 080) 2 g

Remedier Tricoderma GOWAN non ha azione curativa, di conseguenza in caso di infezioni in corso il prodotto non consente di ottenere effetti benefici sulle colture.

Applicare Remedier quando la temperatura del terreno è almeno di 10 °C. In caso di applicazioni su terreni secchi si consiglia di intervenire con una leggera irrigazione. In terreni particolarmente poveri di sostanza organica (< 1% ) si consiglia di miscelarlo ad un fertilizzante fluido ricco di sostanza organica.

Remedier può anche essere applicato attraverso gli impianti di fertirrigazione in miscela con i più comuni fertilizzanti.

Preparazione: Preparare una sospensione 100 g/l di Remedier 24-36 ore prima del trattamento, in modo da favorire la germinazione delle spore ed ottenere una più pronta colonizzazione del terreno.

Conservabilità: Non congelare. Il prodotto nella sua confezione originale sigillata si conserva per 15 mesi se mantenuto in luoghi asciutti, non esposti a luce solare diretta e a temperature inferiori a 25°C.
Richiudere la confezione qualora non completamente utilizzata

Formulazione: polvere bagnabile

Classificazione CLP: Attenzione manipolare con prudenza

Classificazione DPD:

  • Tossicologica: non classificato m.c.p.
  • Ecotossicologica: --
  • Chimico-fisica: --

Colture floricole e ornamentali: (crisantemo, ciclamino, poinsettia, primula etc) :

  • - in vivai, semenzai , piantonai. 250 g/m3 di substrato, miscelando il prodotto al substrato oppure sospendendo il prodotto in un quantitativo d’acqua sufficiente alla completa bagnatura del substrato alcuni giorni in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto.
  • - In serra o in pieno campo distribuire 2,5 kg/ha in modo uniforme sulla superficie al momento della preparazione del terreno 7 giorni circa prima della semina o del trapianto e ripetere il trattamento alla stessa dose alla semina o al trapianto.
  • - E’ altresi possibile trattare le piantine provenienti da semenzaio, prima della messa a dimora definitiva immergendo i pani di terra o i contenitori alveolari per alcuni minuti in una sospensione ottenuta con 10 grammi di Remedier ogni litro di acqua. Trapiantare poi in terreno precedentemente trattato con Remedier con 250 gr di Remedier ogni 1000 mq di superficie.

Colture orticole: pomodoro, peperone, lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee, melone, finocchio, carciofo, basilico,
sedano, fagiolo, fagiolino, zucchino, melanzana, cetriolo, ravanello, carota, spinacio, erbe aromatiche e fragole:

  • - in vivaio 250 g/m3 di substrato, miscelando il prodotto al substrato in pre-semina o pre-trapianto e ripetere alla stessa dose alla semina o trapianto.
  • - in serra o in pieno campo distribuire 2,5 kg/ha di prodotto uniformemente sulla superficie alla preparazione del terreno (5-7 giorni pre-semina) con un volume di acqua non inferiore a 800 l/ha. Ripetere il trattamento allo stesso dosaggio, alla semina o al trapianto localizzandolo, ove possibile, sulla fila

Colture arboree da frutto (pomacee, drupacee, kiwi, piccoli frutti, vite, olivo, agrumi), piante ornamentali e forestali (ginestra, rosa, acero, etc…) contro marciumi da Armillaria:

  • - distribuire 2,5 kg/ha di prodotto in pre-trapianto localizzandolo preferibilmente nella buca di impianto, ripetendo l’applicazione al momento dell’impianto alla stessa dose. Un trattamento a inizio primavera prima del risveglio vegetativo e uno a inizio autunno prima del riposo vegetativo, alla dose di 2,5 kg/ha localizzati quanto più possibile in prossimità dell’apparato radicale, sono necessari per garantire ad ogni anno la presenza di una adeguata popolazione dei funghi antagonisti.

Vite contro il “mal dell’esca”:

  • - dopo la potatura, invernale o primaverile, intervenire irrorando sul tralcio con ferite esposte una sospensione di 250 g/100 l, avendo cura di dirigere il getto degli ugelli quanto più possibile sui tagli della potatura. Impiegare un volume di trattamento non inferiore a 400 l/ha per distribuire almeno 1 kg di prodotto a ettaro ed eseguire l’applicazione non oltre la fine della fase di pianto della vite. Nei vigneti a forte rischio di malattia (reimpianto su vigneto fortemente colpito, elevata presenza di malattia nei vigneti circostanti) l’intervento dopo la potatura primaverile può essere seguito da un secondo trattamento entro la fase di germogliamento, allo stesso dosaggio, per aumentare il grado di colonizzazione delle ferite.

DOCUMENTI SCARICABILI

Recensioni

Valutazione 
06/11/2018

patentino

cosa vuole dire patentino- o come mai col tricodex non vuole il patentino

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
11/08/2018

remedier

Teoricamente ottimo, ma occorre vedere i risultati quando sarà applicato dopo la potatura

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
17/04/2018

tutto bene

pacco arrivato tempi rapidi

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
17/01/2018

Remedier

Tempi di consegna e prezzo eccellenti. In 5 anni di utilizzo in vigna per combattere il mal dell’esca devo dire che si vedono gli effetti positivi. Alcune viti ancora muoiono ma 50/60% in meno rispetto a prima. Consigliato,considerando inoltre che pare sia l’unico rimedio,insieme a una potatura “coscienziosa”.

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
15/03/2017

Ottimo

Ottimo prodotto

  • 1 clienti su 1 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
14/03/2017

Quello che cercavo

Tempi di consegna in linea con quanto promesso. Difficilmente reperibile nella mia zona, qui ho trovato subito il prodotto. Ad un ottimo prezzo.

  • 3 clienti su 3 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
09/03/2017

Remedier Tricoderma Fungicida biologico

Per quanto riguarda il prodotto io personalmente non l'ho ancora provato, ma da quanto si dice in giro è l'unico rimedio per bloccare il mal del esca. Spedizione velocissima, e prezzo concorrenziale.

  • 2 clienti su 2 trovano questa recensione utile.
Valutazione 
17/01/2017

Pazzesco

Tempo di consegna record! Prezzo concorrenziale. Consigliato

  • 2 clienti su 2 trovano questa recensione utile.

Scrivi una recensione!

Scrivi una recensione

Remedier Gowan Tricoderma Fungicida biologico 1 kg

Remedier Gowan Tricoderma Fungicida biologico 1 kg

Remedier Tricoderma GOWAN è un agrofarmaco biologico a base di Trichoderma Asperellum e Trichoderma Gamsii ad azione antagonistica per la prevenzione di malattie fungine del terreno. PATENTINO

Fai una domanda

Non richiede registrazione

11 Domande con risposta

Usa il modulo sottostante per chiedere qualcosa su questo prodotto.

(Opzionale)
*(Richiesta per ricevere la notifica quando sarà disponibile la risposta)
  • Chiesta da Sergio
    il 09/02/2018
    Funziona contro l'armillaria mellea? Quali altri funghi e patologie? Risposta:
    buon giorno, tricoderma è l'unico agente ed unico mezzo per combattere armillaria,oltre che fitoftore. Remedier inoltre è molto attivo contro sclerotinia e vertcillosi. e? consigliabile somministrarlo sempre insieme ad acidi umici o borlande. F.Quinto
  • Chiesta da un ospite
    il 16/08/2018
    Quale è la dose per pianta? Risposta:
    Dipende dal tipo e dalla dimensione della pianta. Nel caso volesse usare Micosat F Uno Granulare la dose varia dai 30 a 50 grammi per pianta di medie dimensioni.
  • Chiesta da un ospite
    il 20/08/2018
    Buongiorno ho acquistato sua Remedier che Micosat F tab plus, volevo sapere quale dei due è più efficaci e contro l’armillaria e la dose per pianta medio piccola (rosa o arbusto). Grazie Risposta:
    Efficaci entrambi in pre-trapianto . Se l'infestazione è già in atto non fanno miracoli però aiutano. Le dosi per il remedier sono di 2.5kg per ettaro da distribuire in fertirrigazione, oppure si prepara una soluzione con 10 grammi per litro d'acqua in cui immergere per qualche minuto le piantine prima del trapianto. Il Micosat F tab plus può essere impiegato allo stesso modo ma con dosi doppie.
  • Chiesta da un ospite
    il 11/09/2018
    utilizzare il prodotto per prevenire botrite x ciclamini stelle di natale impatiens n, guinea e gerani é produttivo ? x pithium e tielaviopsis su viola del pensiero e primula acaulis é efficace? grazie Risposta:
    Il prodotto è molto valido in tutte le occasioni che ha citato. Inoltre consigliamo di trattare per fogliare con Romeo alla dose di 50 gr per hl insieme a vacciplant 200-250ml per hl. Il trattamento fogliare va ripetuto dopo 7 giorni per max 2 interventi. Poichè questi prodotti stimolano la naturale difesa delle piante occorre eseguirli in via preventiva per permettere alla pianta di sviluppare le sue difese. Poi bisogna far seguire a scopo cautelativo due interventi con Mancozeb o Rame a distanza di 7 gg l'uno dall'altro, ed in fine altri due interventi con Romeo e Vacciplant. Cordiali saluti.
  • Chiesta da un ospite
    il 24/01/2019
    buonasera, volevo un' informazione sul prodotto Remedier contro il mal d'esca della vite, se utilizzandolo anche su radici con fertirrigazione goccia a goccia si possono avere ulteriori miglioramenti, grazie, attendo risposta e cordiali saluti Risposta:
    Buon giorno, è possibile intervenire sia per via fogliare, trattando subito dopo la potatura con una soluzione a 250-300 gr.per 100 litri di acqua, avendo cura di bagnare bene i tagli, In fertirrigazione, sia al risveglio vegetativo, sia a caduta foglie con 3 kg ha. Aggiungendo possibilmente o borlanda liquida oppure Growel a 3 kg per ettaro. F.Quinto
  • Chiesta da un ospite
    il 26/01/2019
    Buongiorno, volevo sapere una volta preparato il remedier 24 36 ore prima dell'utilizzo, quanto tempo si può tenerlo li fermo se non si utilizza subito tutto? Grazie per la disponibilità. Cordiali saluti. Risposta:
    Buon giorno, perchè lo deve preparare 24 o 36 ore prima? dentro remedier vi sono due famiglie di Tricoderma, che sono organismi vivi, una volta sciolti in acqua è preferibile somministrare al terreno perchè questi si nutrono di funghi e batteri presenti nel suolo, Eviterei di tenerlo sciolto in acqua e non somministrarlo. F.Quinto
  • Chiesta da un ospite
    il 28/01/2019
    buongiorno, ho letto che per cicatrizzare i tagli sulla vite contro il mal d'esca e preferibile preparare il prodotto remedier 24/36 ore prima e vero o non serve si puo' prepararlo incontro quel che serve? grazie e cordiali saluti Risposta:
    Non mi è capitato di leggere niente in tal senso, e sinceramente non ne capisco la ragione, I due Tricoderma contenuti in Remedier sicuramente agisce contro il mal dell'esca della vite, ma occorre adottare strategie adeguate per consentire al prodotto di funzionare sia in modo curativo ma essenzialmente preventivo che è la via più giusta per non subire i danni di questa patologia. Prima della potature si tenta di azzerare la carica dei parassiti batterici e fungini presenti sulla vegetazione e sul legno con un buon trattamento con Bioplant a 250 cc per 100 litri di acqua con un buon lavaggio raddoppiando la quantità di acqua per ettaro, disattivando la ventola se c'è. Questo per non propagare i patogeni con gli attrezzi della pota. Effettuare quindi la potatura e poi a fine del pianto trattare con remedier a 250 gr per 100 litri di acqua sempre con lo stesso sistema per cercare di coprire il più possibile le ferite. Sulla vegetazione , un paio di volte nell'anno trattare con Micosat VO12 che continuerà quell'azione di bonifica dei funghi responsabili di molte malattie che affliggono la vite e contro cui non esistono rimedi chimici. F.Quinto
  • Chiesta da un ospite
    il 30/01/2019
    Buonasera, ma anche su applicazione sui tagli appena fatti posso usare il remedier appena miscelato con l'acqua o devo prepararlo prima? Ma anche tagliando il verde in piena vegetazione posso trasmettere il mal d'esca da una pianta all'altra? Grazie per la disponibilita'. cordiali saluti Risposta:
    Puoi impiegarlo appena preparato. E' possibile la propagazione, per questo ti ho consigliato Micosat V012 sul verde, che fai coincidere dopo la pota verde
  • Chiesta da un ospite
    il 03/02/2019
    Buongiorno ho problemi di marciume radicale dei fagiolini posso usarlo per via figliare subito dopo la nascita ?non dispongo di impianto di fertirrigazione !oppure è più indicato il previcure energi? Grazie buona giornata Risposta:
    Buon giorno, Una abbondante bagnatura che ineressi anche il piede della piantina sicuramente è una buona cosa. Credo che Remedier vada meglio, è più completo e di minore impatto. Forse sarà necessario intervenire 2 o 3 volte con 2 grammi a litro di acqua.
  • Chiesta da un ospite
    il 03/02/2019
    1 kg per quanti litri d’acqua? Risposta:
    un kg in 400 litri ( anche 500) se per via fogliare, da 2 a 4 litri per ettaro in fertirrigazione. Posso essere più preciso se mi dice dove lo deve impiegare
  • Chiesta da un ospite
    il 21/02/2019
    Buonasera ho un problema del mal d'esca sulle vite del terrano con porta innesto so4, posso già cominciare a potarle o e ancora troppo presto, anche se la tratto con il remedier? Grazie e cordiali saluti Risposta:
    Buona sera, deve trattare quando è momento, dopo la potatura un buon trattamento con remedier. quanto più possibile ravvicinato alla potatura

Ti potrebbe interessare

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

30 altri prodotti della stessa categoria:

Articoli correlati sul blog

Scarica