Per il tuo Orto Domestico Biologico

Hai sempre voluto coltivare un orto nel tuo giardino ma non sai come fare? In questa pagina ti daremo molti consigli per realizzare il tuo orto biologico sostenibile e a basso impatto ambientale.

1. Preparazione

La preparazione  avverrà mediante una buona lavorazione del terreno  e applicazione di un concime, preferibilmente  organo-minerale come:

che andranno incorporati al terreno. Guanito è un concime ricco di fosforo molto importante per la vita delle piantine, mentre Orga-Kem ricco di azoto darà uno stimolo alla partenza delle piantine. La dose di ognuno 50-75 kg + 50-75 kg per 1000 mq di terreno.

2. Trapianto

Al trapianto è necessario intervenire con 

E’ un prodotto microgranulare a base di micorrize e batteri della rizosfera. Va  localizzato  alla semina/trapianto o alla rincalzatura, in prossimità della piantina. Bio grow arricchisce il terreno di microrganismi utili allo sviluppo delle piante, aumentando la fertilità del suolo e limita o impedisce lo sviluppo dei funghi dannosi per l’apparato radicale.

3. Difesa

Per la difesa da funghi e batteri che attaccano le foglie, buoni risultati si ottengono con:

  • Azul S-Cu alla dose di 150 cc/hl 
    che combatte e  induce resistenza ai patogeni stimolando la produzione di fitoalessine. Agisce contro oidio, peronospore, alternaria e batteriosi. 

E’ utile l’aggiunta di un concime fogliare come:

Se nel vostro orto sono presenti zucchine, pomodori, peperoni, la lotta contro le virosi deve essere più serrata, abbiamo sperimentato due prodotti, che accoppiati e trattato le colture con regolarita 7- 10 giorni, hanno dato ottimi risultati:

le dosi sono riferite a 100 litri, oppure:

  • Vitaseve a 500 cc + 
  • Silver a 200 cc.    

Kendal Te e Silver potranno essere alternati oppure usare una volta Silver e due volte Kendal Te, questo solo per una ragione di economia.

4. Per proteggere le piantine da attacchi di acari e afidi e larve di lepidotteri (tuta, tignole) in modo naturale,  consigliamo di utilizzare 

  • Combo (2 o 3 volte) alla dose di 500 cc/hl che ha effetto repellente contro i principali parassiti delle piante, più 
  • Florbac WG, insetticida a base di Bacillus thuringensis, da impiegare alla dose di 60 - 100 g/hl in base alla coltura.

5. Per proteggere  le piante da cocciniglie e mosca bianca intervenire con 

  • Oliocin alla dose di 150 ml in 10 litri

alternandolo con  

6. Altri mezzi di difesa utili per proteggere il nostro orto sono: 

  • Caolino: determina un incremento della riflessione dei raggi solari, prevenendo così danni da scottature e da stress termico. Inoltre, l’azione del caolino crea uno strato protettivo sulla pianta che ostacola e altera il comportamento dei fitofagi, es. mosca dell’olivo.
  • Zeolite: è una polvere di roccia che ha un effetto asciugante sulla vegetazione ostacolando la formazione di malattie fungine
  • Estratto di ortica: è un repellente che allontana i principali insetti fitofaggi delle piante agrarie.