Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

La Cocciniglia cotonosa degli agrumi Planococcus citri 

La presenza della cocciniglia cotonosa degli agrumi Planococcus citri (dalla lunghezza di circa 5 millimetri) si nota quando le piante presentano tante macchioline simili al cotone. Il parassita infesta la struttura delle foglie, ne succhia la linfa vitale e produce una sostanza definita melata.

La campagna agraria 2020 ha evidenziato come la fisiologia e biologia delle piante e dei suoi parassiti viene e verrà condizionata dalle mutate condizioni climatiche.

Gli effetti si sono notati con una particolare virulenza di parassiti quali le cocciniglie, la cocciniglia cotonosa degli agrumi in particolare, gli acari, le cicaline, le cimici.

Anche la maturazione dei frutti, sebbene sembrasse anticipata, non ha raggiunto la piena maturazione fisiologica a danno di una colorazione ottimale, di profumi propri, consistenza e grado zuccherino. Tutto ciò impone un ripensamento delle strategie di difesa, di nutrizione, gestione delle irrigazioni e potature adeguate.

Una lotta efficace contro la cocciniglia cotonosa degli agrumi

Una lotta efficace comincia con una adeguata potatura che darà alla pianta un giusto equilibrio di rami, con distanziamento tale da consentire la penetrazione e distribuzione delle soluzioni antiparassitarie uniformemente in tutta la chioma, diversamente ostacolata dalla fitta vegetazione. Questa pratica tra l'altro è necessaria per una migliore qualità dei frutti sia come pezzatura, uniformità e sorbevolezza.

La lotta chimica deve essere necessariamente supportata e guidata da una attenta osservazione della migrazione delle neanidi che si andranno a posizionare dando origine a colonie poi molto difficili da eliminare.

Monitoraggio mediante il posizionamento trappole come ad es. Super track Ala  con feromone specifico per Planococcus Citri.

Le mutate condizioni ambientali hanno anticipato la migrazione delle neanidi, è quindi opportuno posizionare le trappole già da aprile.

In genere le migrazioni massicce che richiedono un pronto intervento si notano a partire da luglio. Se si useranno prodotti sistemici il trattamento deve essere pronto per dare tempo al principio attivo di distribuirsi nella pianta e raggiungere tutte le neanidi.

Si potrà intervenire con :

impiegando un minimo di 1500 lt di soluzione per ettaro.

Sarà opportuno, in particolare nei casi in cui l'anno precedente si è avuto presenza consistente di questo insetto, effettuare un secondo intervento, che cadrà in agosto, circa 30 giorni dopo il precedente, intervenendo con:

  • Control DMP a 50-100 cc +
  • Closer alla dose di 30 cc/hl +
  • Inex-A a 30 cc/hl.

con un minimo di 1500 lt di acqua per ettaro.

In settembre continuerà sempre l'azione di monitoraggio; se ci saranno ancora migrazioni sarà sufficiente un trattamento con

sempre usando non meno di 1500 lt di acqua.

Se si ha la possibilità di incrociare il trattamento sarà bene farlo per colpire il maggior numero possibile di neanidi: questo intervento avrà efficacia anche contro Fetola e mosca della frutta. Sarà poi utile ripetere lo stesso trattamento dopo 10-15 giorni.

La LOTTA BIOLOGICA si potrà effettuare con ripetuti interventi, a partire dalla migrazione delle neanidi, con

  • Biolid UP Olio Bianco Estivo alla dose di 1,5 lt/hl +
  • Costar WG a 100 gr/hl.

I trattamenti devono essere molto accurati, per intercettare il maggior numero possibile di forme mobili, prima che si posizionino in nascondigli difficilmente raggiungibili. Tutto quanto indicato per combattere la cocciniglia cotonosa, è utile a combattere anche la cocciniglia Rossa Forte e la Ceroplastes Rusci, parassita quest'ultimo che sta avanzando con prepotenza.

E' possibile anche una lotta con l'utilizzo dei parassiti naturali della cocciniglia, sono in commercio confezioni di CITRIPAR Koppert che contengono Anagyrus pseudococci, parassitoide specifico della cocciniglia cotonose dagli agrumi e della vite.

È consigliabile, qualora vi sia anche presenza di formiche solo in agricoltura convenzionale, aggiungere uno dei seguenti insetticidi  :

Intervenire è importante poiché le formiche sono solite portare cocciniglie ed anche afidi sulle nostre piante anche da zone piuttosto lontane. Si può dire che "allevano" questi parassiti per cibarsi della loro melata.

Disponibile anche il CRYPTOBUG Koppert Cryptolaemus montrouzieri

Cocciniglia-cotonosa-solcata degli-agrumi-Icerya-purchasi

*Le indicazioni riportate sono frutto di esperienze personali e di nostri clienti, sherena srl non si assume nessuna responsabilità verso l'uso improprio dei trattamenti consigliati, inoltre i prodotti citati sono puramente indicativi e non costituiscono pubblicità ma solo una generica indicazione in base ai prodotti disponibili nel nostro store.


Fai una domanda

Non richiede registrazione

Usa il modulo sottostante per chiedere qualcosa su questo prodotto (Attenzione: consultare sempre l'etichetta aggiornata dei prodotti).

(Opzionale)
*(Richiesta per ricevere la notifica quando sarà disponibile la risposta)