Zeolite micronizzata polvere di roccia dalle molteplici proprietà

La zeolite è un minerale che in natura si origina dal magma vulcanico che, cadendo in acqua salmastra, subisce uno stress termico e si solidifica velocemente.

Questo minerale libera il suo potenziale quando viene "attivato" grazie alla micronizzazione, un processo che consente di trasformarlo in una polvere finissima costituita da particelle microporose.

Distribuendo questa polvere sui tessuti delle piante si crea uno strato idrofobico (che respinge l'acqua).

Grazie a questa caratteristica la zeolite viene utilizzata come corroborante in grado di aumentare le resistenze delle piante agli agenti patogeni quali funghi, batteri, fitoplasmi, insetti ed acari.

Essendo un materiale di per sé inerte è consentito l'utilizzo senza limitazioni. La zeolite può essere utilizzata in Agricoltura Biologica ed è innocua per l'uomo, gli insetti utili e gli organismi acquatici.

Zeolite micronizzata, come agisce sui tessuti e sulle foglie

La zeolite viene utilizzata anche in viticoltura. Il velo protettivo che si viene a creare sulla superficie fogliare crea una patina idrofobica che ostacola l'inoculo e di conseguenza la proliferazione di funghi e batteri.

Grazie alla particolare struttura delle particelle che la compongono se distribuita sulla vegetazione crea confusione ai recettori visivi e tattili degli insetti, che non riescono a riconoscere le piante bersaglio. In questo modo abbiamo una riduzione e localizzazione del danno soprattutto da parte di:

Ostacola il movimento degli acari eriofidi, limitandone di conseguenza anche il danno, grazie alla forma lamellare ed aghiforme delle particelle che la compongono;

La riproduzione degli acari è notevolmente limitata, poiché le uova, deposte sul sottile strato di microparticelle, non si sviluppano;

Ha una spiccata azione disidratante e di assorbimento delle soluzioni, facilita la cicatrizzazione dei tessuti vegetali in caso di ferite procurate da fattori biotici e abiotici come:

  • grandine
  • pratiche colturali
  • raccolta frutti
  • insetti
  • accrescimento e rottura gemme

Riduce i danni causati dal sole poiché distribuita sulla vegetazione filtra i raggi "dannosi" senza limitare l'attività fotosintetica;

(guarda anche l'artiocolo sul blog : Come evitare le Scottature degli AGRUMI)

Aumenta in misura variabile la persistenza degli agrofarmaci ed in particolar modo dei prodotti rameici e agrofarmaci a base di zolfo, limitandone il dilavamento e distribuendo meglio le particelle.

Per i prodotti rameici si arriva a prolungarne l'effetto fino a 10-12 giorni in più rispetto al trattamento convenzionale, inoltre consente di utilizzare la dose minima indicata in etichetta.

Zeolite Fogliare dosi

Interventi leggeri che non sporcano contro muffa grigia, per migliorare conservabilità e shelf life (periodo di tempo in cui un alimento può conservare le caratteristiche qualitative) dei frutti anche durante la raccolta:

  • 150-300 grammi per ettolitro

Interventi preventivi di copertura totale, oppure trattamenti invernali insieme a rameici:

  • da 400 a 600 grammi per ettolitro

Fai una domanda

Non richiede registrazione

Usa il modulo sottostante per chiedere qualcosa su questo prodotto.

(Opzionale)
*(Richiesta per ricevere la notifica quando sarà disponibile la risposta)