Cerca sul blog

Categorie

AREA TECNICA

Produttori

Come igienizzare e sanificare gli ambienti di lavoro

Pubblicato : 13/03/2020 07:20:11
Categorie : NEWS

Picco influenzale del Coronavirus in arrivo?

Ci siamo chiesti come igienizzare e sanificare gli ambienti di lavoro e non solo.

Sono giorni difficili per noi italiani che, pur dovendo #restareacasa, siamo comunque tenuti ad andare a lavorare: oggi più che mai, pertanto, è importante rendere igienicamente sicuri gli ambienti di lavoro e domestici.

Tra le indicazioni governative e ministeriali emanate nelle ultime settimane manca una direttiva specifica riguardo la sanificazione da Coronavirus (Covid19) degli ambienti di lavoro che non appartengano all'ambito sanitario. Il Ministero della Sanità ha comunque dato diverse indicazioni sui comportamenti che ognuno di noi dovrebbe seguire per evitare la diffusione del Covid19 e li ha riassunti in un decalogo il cui punto 6 prescrive, appunto, di "Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcool".

Ma se abbiamo a che fare con superfici molto ampie come quelle aziendali o dei depositi?

L'unico modo per avere la certezza di eliminare virus e batteri è un trattamento con il presidio adeguato.

Il risultato della nostra ricerca all'alleato più efficace per la sanificazione degli ambienti da Coronavirus (casa o ufficio) è il "BIOSAN UNO CONCENTRATO", prodotto dall'azienda L.G. Italia, un disinfettante germicida ad ampio spettro a base di sali d'ammonio quaternati, totalmente atossico, di rapida ed efficace azione su tutti i virus, compreso il temutissimo Covid19

Questa speciale miscela virucida agisce inibendo al virus la possibilità di rigenerarsi ma in modo totalmente innocuo per l'uomo e per l'ambiente .

Tra le sue qualità c'è l'alta diluizione (si utilizza diluito da 1 a 4% in acqua del rubinetto) e la conservazione nel tempo della sua efficacia, che ne permette tempi di stoccaggio molto lunghi.

Se però abbiamo a che fare con derrate alimentari, si pensi ai raccolti in agricoltura, potrebbe essere utile un trattamento preventivo, sia pre che post raccolta, con il "BIOBACTER" (sempre della L.G. Italia), un concime fogliare a residuo zero e ad effetto sanitizzante che contiene zinco, acido peracetico, acido acetico e perossido di idrogeno.

La sua caratteristica è dovuta alla elevata quantità di ioni ossidrili, gruppo acetile e ossigeno libero, derivanti dal processo di idrolisi che la sua formulazione innesca.

L'ossigenazione, è risaputo, è una soluzione eco-compatibile e ad alto potere pulente.

L'utilizzo del Biobacter preserva la salubrità e genuinità del raccolto senza dover ricorrere all'uso di prodotti germicidi, cloro o altri disinfettanti chimici.

Inoltre, sebbene la Ministra Bellanova abbia fatto chiarezza dichiarando che "con i prodotti agricoli non si trasmette il Covid-19", resta un dato di fatto che il packaging degli alimenti può fungere da vettore del Covid-19; poichè del confezionamento non si puo' fare a meno, né nelle fasi di trasporto, né di vendita, sarebbe buona norma sanificare ogni superficie a contatto con il cibo.

Certamente, oltre alle modaltà di disinfezione degli ambienti e dei cibi, l'igiene personale è propedeutica ed indispensabile per la lotta al virus per cui, prima ancora di concentrarsi sul resto, bisogna ricordarsi di lavare spesso le mani e in aggiunta, o ove questo non sia possibile, utilizzare i cosiddetti gel sanificanti, speciali formulazioni il cui utilizzo non richiede l'uso di acqua o salviettine.

Noi suggeriamo il PHARMAGEL (L.G. Italia), disponibile nella versione tascabile da 100 ml o nel pratico dispenser da 500 ml, prodotto di cui ogni zona comune oggi dovrebbe essere provvista.

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca qui per registrarti

Aggiungi un commento