Un consiglio per un efficace trattamento in agricoltura

Spesso, i trattamenti fitofarmaci eseguiti a difesa delle nostre colture non danno risultati attesi, o quantomeno inferiori alle aspettative, non perché si utilizzano prodotti non adeguati, ma perché si omettono alcune attenzioni nella preparazione e nella distribuzione della soluzione.

Dando per scontato che la pompa irrorante è tarata come per legge, che gli ugelli sono opportunamente scelti, e che quindi la bagnatura della vegetazione sarà uniforme, che la quantità di soluzione giusta in funzione della massa vegetativa della coltura, occorrerà porre attenzione nella preparazione della miscela.

Si dovrà conoscere il PH e la conducibilità dell'acqua utilizzata

Nel caso di acqua con Ph neutro o alcalina bisognerà correggere e portare il Ph tra 6 e 6,5. Questo è necessario perché molti fitofarmaci in ambiente alcalino si degradano molto velocemente e perdono efficacia nel giro di poche ore.

Anche in caso di acque dure, cioè con alto contenuto in calcare, occorrerà correggere e abbattere la conducibilità. I carbonati sciolti nell'acqua si legano alle molecole dei prodotti chimici , modificandole e riducendone l'efficacia.

Si potrà agevolmente ovviare a questi inconvenienti con l'aiuto di un correttore, CONTROL DMP

Bisognerà aggiungere all'acqua quando la botte e piena per 9/10 , prima dei fitofarmaci, si potrà cominciare con 50 cc per 100 litri e agitare, se l'acqua si tinge di un tenue rosa vuol dire che il ph è sceso verso l'acidità e anche una buona quantità di calcare è stato neutralizzata, qualora l'acqua non cambia colore, occorrerà aumentare la dose di CONTROL DMP. Si potrà a questo punto aggiungere i prodotti, avendo cura di svuotare i prodotti liquidi direttamente nella cisterna e per primi, mentre i prodotti solidi vanno stemperati a parte in poca acqua e poi versati nella botte.

Dopo aver versati tutti i prodotti, occorrerà aggiungere il coadiuvante per agrofarmaci SILWET VELONET, e completare il riempimento sempre con l'agitatore in funzione.